RITORNA LA BUSTARELLA: PARLA ETTORE ANDENNA

 “Non se l’aspettava nessuno..questa è una bomba e sono scatenatissimo, sto già mettendo giù i giochi della terza puntata.”con queste parole Ettore Andenna ha commentato ai nostri microfoni la notizia del suo ritorno sugli schermi di Antenna3 con La bustarella

Avevamo già visto dei ritorni in tv di storici programmi; a volte eravamo rimasti delusi, altre piacevolmente sorpresi.

Ma non erano mai passati 23 anni, e nessun programma era mai diventato nel frattempo un mito, a cui si vedeva con un pizzico di rimpianto e nostalgia, dicendo tra se e sé, sui Forum su Internet e nei discorsi al bar con gli amici, O tempora, O mores.

La Corrida era tornata senza Corrado, idem Stranamore era tornato senza Alberto Castagna, era tornato Lascia o Raddoppia, anche su Antenna3 era tornato Il Pomofiore, ma senza Lucio Flauto. Per la prima volta nella storia della tv, un programma torna dopo 23 anni con lo storico conduttore.Stesso studio, l’indimenticabile Studio Uno di Legnano, stessi tecnici per cui questa produzione non è certo una novità, soltanto il regista è cambiato.

263 puntate di successo, la trasmissione esce dal quotidiano e entra nel mito o perlomeno nei libri di storia dello spettacolo e nel nostro sito, il 29 giugno del 1984 va in onda l’ultima puntata.
Ettore Andenna sta andando in palestra 3 volte alla settimana e ha perso 7 chili negli ultimi 3 mesi, del resto è lui stesso ad ammattere che per condurre un programma di 4 ore in diretta come dicono a Roma “Besognaa aver er fisicoo.”
”Quello che ci crede è Sandro Parenzo- aggiunge Andenna- che me lo ha fatto come regalo di compleanno.Mi ha chiamato il 13 di Giugno e mi ha chiesto:”Te la senti di (ri)fare La Bustarella?”
Telelombardia e Antenna3 si stanno impegnando un sacco, vedono un po’ questo programma come un programma di punta si gioca sulla qualità di una volta.
”La prima di Sabato i miei collaboratori la considerano la numero zero, per me invece è la numero 264”.Si rispetterà la tradizione de La Bustarella, col mix di belle donne e giochi divertenti.Autore dei giochi è lo stesso patron Ettore.
A ricordare che sono passati 23 anni dall’ultima volta, ci sono le nuove tecnologie informatiche che Andenna grande appassionato di Internet utilizzerà ad esempio per scegliere le telefonate.

“Vado contro la De Filippi da una parte e la Carlucci dall’altra,ma non mi considero concorrente né dell’una né dell’altra, vado in tutto il nord Italia e occupo uno spazio che non viene occupato né da Raiuno né da Canale 5”.
Contentissimo il pubblico “Ho il telefono rovente- dice Andenna dicendo che lo stanno chiamando in tanti anche tra i colleghi, ma il più contento di tutti sembra essere sempre secondo Andenna Renzo Villa, sì proprio lui il mitico patron dell’”Età dell’oro” di Antenna3.

“Ho chiesto a Renzo di fare il giudice supremo, ma ha declinato dicendo che la vivrebbe con troppa emozione” confida Ettore.
La notizia si è sparsa anche nelle communities e sui forum su internet degli appassionati di storia della televisione di tutta Italia.In tanti di altre regioni, soprattutto meridionali che erano immigrati in Lombardia all’epoca e che oggi sono tornati ai loro paesi, hanno chiesto come poter vedere il programma nelle zone dove non c’è la copertura del segnale analogico di Antenna3.

Qualcuno ha proposto visto che Telelombardia è sul satellite, di mandare in onda in replica su questo canale il ritorno de La Bustarella.Noi ci limitiamo a lanciare il sasso nello stagno, sperando solo che l’onda stavolta si ripercuota non solo fino alle rive, ma anche lassù, proprio tre metri sopra il cielo dove solo le frequenze sat, e a volte i giovani innammorati sanno arrivare.