TV a COLORI
Oggi, 1 Febbraio 2007 ricorrono i 30 anni dell'introduzione della televisione a colori in Italia: chiaramente la tecnologia avrebbe permesso giÓ prima del '77, l'introduzione della televisione a colori nel nostro paese.

Allora le trasmissioni a colori sulle reti rai erano consentite per un massimo di 42 ore settimanali, corrispondenti a circa sei ore quotidiani.Il programma che fu scelto per inaugurare sulla seconda rete le trasmissioni a colori fu il mitico PORTOBELLO, che prevedeva una scenografia coloratissima basti pensare al cartone animato della siglia o anche allo stesso pappagallo\ maskotte.

E in effetti in molti paesi stranieri da anni erano disponibili trasmissioni a colori; motivazioni di ordine politico\ideologico avevano invece ritardato questo processo nel nostro paese: curiosamente la maggiore avversione all'inizio delle trasmissioni a colori, venne in sede parlamentare, proprio dai membri del PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO.

Bisogna qui ricordare che fu proprio lo stesso partito repubblicano italiano, poi ad avere a cuore la questione della "LibertÓ d'antenna", arrivando a ritirare, proprio per questa questione l'appoggio esterno al secondo governo Andreotti.
Negli anni seguenti, a fondare Telemilanocavo, la realtÓ da cui avrÓ origine il network Canale 5 sarÓ Giacomo Properzj , noto esponente sempre del Partito Repubblicano Italiano.

C'era poi stato il timore che l'introduzione del colore, da un lato potesse creare un vantaggio in termini di raccolta pubblicitaria alla televisione rispetto alla stampa.(fino al 75, nonostante un quinqennio da boom per la tv il primato della raccolta pubblicitaria rimaneva comunque alla stampa).

Il problema di "politica internazionale" riguardava il fatto che la scelta tra i vari formati disponibili per il colore (Pal, Secam, Ntsc) era di fatto una scelta verso i paesi proprietari di quella tecnologia, e quindi verso Francia Germania o gli Stati Uniti.

Il dibattito sull'introduzione della tv a colori era giÓ approdato in parlamento negli anni sessanta,ma complici anche timori per l'effetto sulla morale e sul comune senso del pudore, l'effettiva introduzione  arriv˛ appunto solo nel 1977.

GLI STANDARD DELLE TRASMISSIONI A COLORI
IL SISTEMA PAL
IL SISTEMA SECAM