TV LOCALI E USER GENERATED CONTENT

Negli anni del far west televisivo, vera differenza tra la veterotelevisione monopolistica e le ruspanti tv libere era proprio la massiccia presenza del pubblico, che ottiene una ribalta mai ottenuta prima.Il pubblico allora era il vero protagonista di certe trasmissioni, pensiamo a quelle che prevedevono dei giochi con dei concorrenti.
La mitica ANTENNA3 , negli anni d'oro della gestione RENZO VILLA, Ŕ forse l'emblema dell'importanza della partecipazione del pubblico nelle televisioni locali.Vero "Totem" di questa attivissima partecipazione del pubblico era il mitico Studio 1 di Legnano, allora il pi¨ grande studio televisivo d'Italia, che poteva ospitare ben 1200 persone!
In molte delle storiche trasmissioni di Antenna3 i conduttori conducevano parte dello show direttamente dalle gradinate, "mischiati" tra il pubblico, che era parte integrante perlomeno della scenografia.
Ovviamente nei tantissimi giochi che prevedevano la partecipazione del pubblico in studio o l'intervento telefonico di quello da casa, l'importanza del contenuto (spettacolo) generato dagli utenti cresceva enormemente.

Anche in anni recenti, nelle tv locali di tutt'Italia (verrebbe da dire "Isole Comprese"!) grandissima importanza Ŕ stata data all'interazione telefonica tra emittente e pubblico, soprattutto nei programmi sportivi e in quelli di politica locale, ma anche nei programmi di musica Folk.

Quindi il rapporto tra Tv locali e User generated content, Ŕ un rapporto che affonda le sue radici in quel sogno di libertÓ degli anni settanta chiamato Televisioni Libere.

Oggi molti affezionati telespettatori delle tv locali, rilasciano su You Tube i video dei loro beniamini delle tv locali, dando loro la possibilitÓ di essere visti dall'altra parte del mondo.Alcune emittenti si stanno organizzando per creare dei "branded channel" su siti come Youtube, altre tv locali giÓ trasmettono via internet come Web tv.