Roberto Poletti, il ras delle Sciure Marie

Passano gli anni si ma ... son lunghi però quel ragazzo di strada ne ha fatta..Cantava Celentano ne il Ragazzo della via Gluck.

Ora il "Roberto", già beniamino delle sciure Marie è diventato Onorevole..
Dalla telecamera alla Camera..
Salve Onorevole, se passa di qua, ci scriva!

Biografia del giornalista che fa volare le "casalinghe di Voghera" tre metri sopra il cielo


Classe 1971,originario di Feltre, dopo la maturità scientifica si iscrive alla facoltà di lettere della prestigiosa universita’ di Padova.

Enfant prodige del giornalismo, dopo collaborazioni con testate locali, a soli vent’anni arriva a L' Indipendente,dove conosce “il mio maestro di libertà Daniele Vimercati”.

Approda così grazie all’interessamento del direttore di TeleLombardia,alla conduzione di Buongiorno Lombardia, trasmissione che con la sua magistrale conduzione trasforma in un appuntamento irrinunciabile per molti cittadini prima di uscire di casa alla mattina.

“Buongiorno Lombardia,tu mi svegli al primo sole… e prima di andar via sento musica e parole…..che grande compagnia alla sera quando torno...vorrei portarti via per sentirti tutto il giorno…” queste sono le parole della canzone scritta da Lorenzo Pilat, e interpretata magistralmente da “I Cantamilano”.

Si perché Roberto, che intanto conduce pure il contenitore di informazione Prima Serata, dà un contributo fondamentale alla riscoperta del bistrattato e dimenticato genere del Folk Lombardo.

Idea e conduce, Tuttun’altra musica, trasmissione del Venerdì sera, dove tra una canzone di Enrico Musiani, e una dei Cantamilano, tra l’immancabile “Madonnina”, e “Quando sona i campan”, le “sue” Sciure Marie passano allegramente la serata ballando e danzando spensierate.

Nei condomini alcuni anziani si organizzano e guardano assieme le trasmissioni di Poletti, lui si rivela abilissimo nel gestire il rapporto con il pubblico, è facilmente rintracciabile anche al di fuori della trasmissione, lascia infatti nei crawl la sua Mail e il suo numero di cellulare personale.

Legge anche personalmente le numerose mail e soprattutto le lettere a mano, scritte dal suo pubblico, che vede in lui una sorta di Vate, un giornalista molto vicino ai veri problemi della gente.

Conquista quindi la fiducia della gente, cambia 5 emittenti in meno di un anno, ma puntualmente il suo pubblico lo segue indipendentemente da dove va in onda.

Fortissimo sul locale, (secondo una pubblicità del gruppo telelombardia\antenna3, è conosciuto da ben 5 milioni di Lombardi, ossia dalla metà della popolazione) si rivela molto più bravo di colleghi più famosi, allorquando nell’autunno del 2004 sbarca su 7 Gold col rivoluzionario programma Aria Pulita.

Dopo meno di un mese dalla partenza della nuova trasmissione, lo attende l’appuntamento con la storia dell’emittenza locale.

Riesce a bloccare infatti un provvedimento di aumento delle già cospicue indennità dei parlamentari, grazie al coinvolgimento ance su internet del suo fedelissimo pubblico, ottiene cosi per intere settimane la copertina del quotidiano Il Giorno.

Anche L' Espresso, Corriere della sera Magazine, Tv Radio Corriere e La repubblica, oltre a numerosi quotidiani della sua zona di origine parlano di lui.

E dicembre dello stesso anno, torna negli studi di Legnano di Antenna3, studi che grazie a lui sono tornati a riempirsi come ai tempi de La Bustarella e de “Il Bingoo”.

Parte con Carta Straccia, programma che presenta in una bellissima edizione estiva, chiamata appunto Carta Straccia Estate.

Nel nuovo anno, mentre continua il suo impegno ad Antennatre, è apparso anche in qualita’ di opinionista in programmi Mediaset.
                                               Riccardo Esposito