3 Novembre 2006, Antenna 3 compie 29 anni!!
Renzo Villa e i “due” 3 Novembre
  Intervista di Tvlocali.tv a Renzo Villa

“Il primo 3 Novembre non è stato quello del 1977, ma quello del 1975, perché è sempre un 3 Novembre, anche se in realtà la nascita di TelealtoMilanese è stato il 1 Novembre, ma ufficialmente è stato il 3 Novembre.Il mio 3 novembre è quindi un ricordo duplice, sia della partenza di TeleAltoMilanese che di Antenna3".

Mettere in piedi TeleAltoMilanese è stato molto più difficile di mettere in piedi Antenna3, chiaramente nel 1975 si era a livello pionieristico, il know how tecnico era tutto sommato ancora limitato, non c’era ancora un quadro normativo ben definito (la sentenza 202 del 28 Luglio 1976 era ancora lontana).

Qualcuno disse che TeleAltoMilanese era un “gruppo di Boy scout che giocava col Meccano”, riprendendo una nota frase che Enzo Tortora in un’intervista aveva pronunciato sulla Rai.


”Per la prima serata del Pomofiore, avevo bisogno di 2 premi” ricorda Villa, che aveva rispolverato per l’occasione i contatti e le conoscenze che aveva avuto facendo il daziere.

Il patron Renzo gira in lungo e in largo negozi, magazzini e i grossisti della zona di Varese per cercare 2 premi.La leggenda vuole che ci abbia messa 4 ore, ossia una mattinata intera per convincere due amici a farsi dare 300 bottiglie di vino e un paio di occhiali da sole.

“Alla terza puntata, come premio avevamo una mucca intera donata da un geniale grossista di alimentari, e l’avevamo portata in studio”.

La difficoltà all’inizio era enorme, nessuno sponsor ci credeva, poi appena  hanno vista partire l' iniziativa è stato un vero e proprio boom.

Il primo staff di TeleAltoMilanese è composto da solamente 4 tecnici dipendenti, gli altri erano amici del patron Renzo, amici della filodrammatica, della compagnia teatrale che aveva messo in piedi ecc, amici che venivano a dare una mano per passione, poi naturalmente tutto è stato tutto più facile.La presenza degli "amici" del promotore dell'emittente, è una costante, che nella magica fase pionierstica delle tv locali abbiamo trovato più volte, in primis nel caso di Telebiella.

Quello che abbiamo messo sul tavolo con Antenna3 quella sera era stato molto di più, innanzitutto erano 3 serate di inaugurazione.
”Partimmo col pugilato, ed era stata un’indovinatissima idea di Enzo Tortora, ci sarebbe dovuto essere questo ritorno di Mazzinghi  sul ring dopo 7 anni, e in ambito sportivo non ci credeva quasi nessuno in questo ritorno.Per contro però tutti i giornali  parlarono del rientro sul ring di Mazzinghi.

La borsa che noi mettemmo a disposizione fu di 10 milioni, se avessimo dovuto pagare un decimo di tutti gli articoli di giornale che uscirono avremmo dovuto pagare 50 milioni.” commenta oggi divertito Renzo Villa.

Antenna3 era una tv generalista, ma generalista non nel senso classico del termine (tv ocn un mix di informazione ecc) ma nel senso “generalista di spettacolo”, ossia che spaziava su tutti i tipi di intrattenimento. E a nostro pur modesto parere è stata  proprio questa  formula il propulsore del successo di Antena3, tv che come hanno riconosciuto in tanti, è stata quella che meglio di tutte le altre ha incarnato meglio il sano spirito delle tv commerciali.


CONTINUA DOMANI SABATO 4 NOVEMBRE